Implantologia

Che cos’è l’implantologia?

L’implantologia permette di inserire una vite in titanio nell’osso con un intervento poco invasivo e spesso rapido che consente di sostituire i denti mancanti in modo fisso. Con gli impianti si può sostituire un dente singolo o anche un’intera arcata, a seconda delle necessità del paziente.

Quali pazienti possono sottoporsi a un intervento di implantologia?

Le controindicazioni all’implantologia sono davvero poche. Non possono essere messi impianti a bambini e adolescenti perché non è ancora concluso lo sviluppo delle ossa mascellari.

Per quanto riguarda gli adulti, la tecnologia e le tecniche chirurgiche moderne consentono di posizionare impianti in quasi tutti i pazienti. Possono sottoporsi all’intervento anche pazienti con malattie sistemiche quali il diabete e le patologie cardiovascolari, a patto che queste siano perfettamente sotto controllo. Può essere necessario eseguire alcuni accertamenti sulla salute generale del paziente prima di impostare il piano di cura. Il successo degli impianti è inoltre molto meno probabile nei forti fumatori.

Non è quindi un problema se c’è poco osso?

È ormai possibile ricostruire l’osso mancante in quasi tutti i casi e poter poi inserire gli impianti.

Quali sono i vantaggi degli impianti?

Se si confrontano con le protesi mobili (che rimangono soluzioni valide in alcuni casi) la comodità e la qualità della vita per il paziente sono incomparabili. Gli impianti hanno anche vantaggi rispetto ai classici ponti poiché permettono di non dover “limare” i denti vicini a quello/i da sostituire. In questo modo non vengono toccati denti sani e si riducono anche i costi per il paziente.

Può esserci il “rigetto” degli impianti? 

Non esiste il rigetto per gli impianti. È però possibile, in una bassissima percentuale dei casi (circa il 3%), che l’impianto non si integri con l’osso. In questi casi è sufficiente rimuovere l’impianto in modo indolore e riposizionarlo dopo aver atteso la guarigione della zona. È però possibile che gli impianti si infettino a distanza di anni (perimplantite) se non vengono mantenuti adeguatamente con l’igiene domiciliare e se non ci si sottopone a regolari sedute di igiene orale professionale.

Le perimplantiti sono problematiche complesse ma che fortunatamente si possono trattare con ottimi risultati con le tecnologie attuali.